Incoerenze

20/11/2004

Sono tutte incoerenze.
Sono tutte incoerenze le cose che mi succedono.
Sentirsi dentro questa gran voglia di scappare….
…e poi rimanere.
Mi trovo dentro ad un mondo, ad un modo di
vivere che non mi piace….
Discoteche, Lavoro, Falsità, Cappuccino al mattino,
Droghe, Vestiti Firmati, ….
Eppure in questo mondo, fatto solo
di semplici abitudini e piccole illusioni,
ci ritrovo tutte le persone a cui tengo di più.
Amici d’infanzia. Amici da una vita.
Persone a cui voglio un sacco di bene,
e con cui mi diverto un sacco.

E allora mi guardo dentro… e dico:
“Ma Uaz, perchè vuoi scappare? Cosa c’è
che non va? Hai amici, un moroso stupendo,
una vita qui,…” ….
…eppure…eppure, questa strana
sensazione la provo sempre…
Quando sono dentro ad una discoteca,
nel solito bar, in mezzo a tutti i miei
coetanei, quando mi raccontano che X ha tradito
Y, quando capisco che K ha tirato,…
…io sento dentro di me…
questa cosa, che mi sale, mi sale dritta
fino al cuore e mi fa un male cane…
…questa cosa, che mi dice
QUESTO POSTO TI FA SCHIFO, SCAPPA.

Dovrei abituarmi a tutto questo?
Fare la cogliona, facendo cazzate fino al
giorno in cui mi sistemerò?
No grazie.
Non fa per me.
Non sono scarica… semplicemente
il divertimento lo trovo in altre cose.
La vera felicità per me,
non sta’ nel lavorare una settimana
e ritrovarmi il venerdì sera
ubriaca in mezzo ad una pista.
Mi sentirei incatenata a fare una vita così.
Dover andare in quella discoteca, vestita
così, dover aver questo e quest’altro,
sognare un lavoro in cui prendere soldi
a pacchi, ecc… solo perchè se non fai
così sei OUT? No per me, è una
prigione…
Queste sono solo divagazioni…

…forse è solo un periodo così.

Ma qui mi sento in prigione…
…mi sento soffocare.
Sto inseguendo un sogno di libertà
che forse non esiste nemmeno….
…ma ho sempre avuto molta fantasia…
…perchè non provare a crederci
che esista veramente un posto che
faccia per me?

Una barca, un tramonto, il vento nel capelli,
un paio di infradito, una magliettina, una birra
e una sigaretta in mano, una canzone di sottofondo,
una persona che mi ami a fianco e solo… il mare…
davanti a me… il mare…
E poi fermarmi su una spiaggia…
“…E’ come se noi non fossimo mai esistiti.
Se c’è un luogo, al mondo, in cui puoi non pensare a nulla, quel luogo è qui.
Non è più terra, non è ancora mare. Non è vita falsa, non è vita vera.
E’ tempo. Tempo che passa. E basta…
…” (Baricco docet).

blog13.jpg

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...