Perchè un motivo per tornare bisogna sempre lasciarlo…

…ma non riesco mai a capire perchè i motivi, io, li lascio sempre al Lago.

C’è che quando si cresce – si diventa grandi, dicono – uno pensa che le cose possano migliorare.
Parlo di questa mia cosa, del non voler mai tornare a casa. No, ok, lo so che è di tutti. Ma io parlo di questa cosa che non vorrei mai tornare dal Lago. Solo dal Lago intendo, fossi alle Fiji, dopo un po’ vorrei tornare, ovvio.
Comunque, dicevo, che uno pensa che le cose poi possano migliorare, cambiare, maturare, crescere come i nostri anni di vita. E invece.

E invece è sempre peggio.

Anno dopo anno, sento sempre di più il distacco dal mio Lago. Che tanto mio non è.
Non ci posso far niente.

C’è uno sciafsciaf di acqua che batte contro le barche che per molti è solo rumore, mentre per è vita.

C’è un profumo di acqua dolce che per molti è solo puzza di Lago, mentre per me è vita.

C’è un paesaggio che mi basta chiudere gli occhi per vederlo, che per molti è solo quello che c’è fuori dalla finestra, mentre per me è vita.

C’è un’infinità di feste di paese scandite da mazurche e balli dimenticati, che per molti è sempre la solita vita, mentre per me è la vera vita.

Le mie vacanze sono sempre le stesse.
Ma ogni anno c’è sempre qualcosa di nuovo, qualcosa in più.

Annunci

6 pensieri su “Perchè un motivo per tornare bisogna sempre lasciarlo…

  1. campanellino ha detto:

    uhhhhh UAAAAAZZZZ!!!! che bello questo video! e le musiche!!!
    Si vede che abbiamo la stessa età perchè queste canzoni sono la colonna sonora delle mie estati più belle, dei ricordi più emozionanti, della mia adolescenza che mai e poi mai dimenticherò!
    Grazie di cuore*

    Campanellino

  2. Papuzzella ha detto:

    Bello il tuo slide Uazzina e credo proprio di capirti almeno un po’.
    Il giorno prima di tornare a casa, quest’anno, è stato tristino pure per me chè poi è strano come si riesca ad affezionarsi a delle persone in una settimana appena e come ce ne siano altre che pure a condividerci un anno interno continuino imperterrite a starti sul ***.
    Pure io c’ho un video da mettere su you tube. Ci vuole solo la voglia di mettersi lì a comprimerlo che poi forse non è solo questione di voglia ma paura che, condividendolo, a poco a poco la sua magia se ne scappi via.
    Mah.
    P.S. Poi alla fine la compilation l’abbiamo fatta e alla fine il video l’ho fatto proprio con quella. 🙂

  3. wood ha detto:

    cia UAZ! sono qua da meno di 48 ore e mi han gia’ gatto fare 6 ore di starordinario! ma è vitaaa?? VOGLIO TORNARE A FAVIGNANA dove il tempo scorreva lento non ti travolgeva come un TIR!
    a breve con un po’ piu’ di tempo per contarcela!

  4. wood ha detto:

    UAZ..oggi provero’ ad mettere flick nel blog di wordpress, ci sono ancora tante cose che mi sfuggono come per esempio l’avatar che mi sono creata ma che non riesco ad inserire.
    Comunque anche per me il Lago puzza di lago..ma capisco che ogni puzza abbia i suoi FANS!!

  5. CHIARA ha detto:

    CIAO UAZZINA…
    😦 COME TI CAPISCO… e tu sai perchè!!!!
    hai tutto il mio appoggio e soprattutto SAI che quando ci vuoi tornare, ti farò compagnia MOLTO volentieri!!
    un bacione…
    Chiara

  6. Carlo ha detto:

    Vengo spesso in vacanza sul Lago di Garda e al momento di partire mi rattrista sempre separarmene. Esistono paesaggi di cui ti senti parte, legato da ignote alchimie. Saranno forse quelle vele che colorano le acque, la ciclabile fino ad Arco e la sua rupe, la valle del Sarca tutta, il Toblino col suo castello sospeso, la puzza che tu dici …chi può dirlo, piacevoli misteri che tento di svelare ogni volta che torno.
    Ciao
    Carlo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...