Un’altra prospettiva.

Si. Bisogna guardare –sempre– le cose da un’altra prospettiva.
Per rendersi conto che alla fine erano come pensavamo.

*****

E’ stata una settimana lunga e snervante.
Soprattutto psicologicamente.

Ma è stata una settimana in cui ho capito quanto può essere forte l’amicizia.
Alla fine credo che ci sia un filo sottilissimo che lega gli amici –quelli veri– e che rende le pene di uno più sopportabili e la realtà dell’altro, più vera.

Non so spiegarvelo, ma è una cosa che ho cominciato a sentire in questi ultimi mesi.

Ieri sera mi sono trovata davanti a casa una gattina nera.
Ok, lo ammetto, era giù dalle scale del palazzo e io l’ho chiamata fin davanti alla mia porta… ma che male c’è? Volevo solo darle da mangiare!
Alla fine è rimasta con noi tutta notte. Sul ninnone. E stamattina appena ci siamo svegliati si è catapultata a darci i bacini. Spero tanto che non sia scappata (l’ho portata di sotto in garage, ma con cibo e bere come ricatto morale), e che possa finalmente dire di aver trovato la mia gattina.

Anche se poi sarà dura trovare un nome.

Il mio gatto – da mia mamma – si chiama Pairini. L’altro, Mou. Lei potrei chiamarla… Pirina. Oppure LEY, come la gatta della mia ex collega. Ho le idee confuse.
E sonno.

Ad ogni modo, guardate sempre le cose da un’altra prospettiva.
Parola di Uaz.

1350040265_a78c42e988_o-custom.jpg

Annunci

9 pensieri su “Un’altra prospettiva.

  1. Misssss ha detto:

    In questo momento(incrocio moltissimo dita,mani,gambe e tutto quello che si può incrociare)la prospettiva va bene….evito di guardarla da un’altra direzione!!! 🙂
    Qualche nuova idea per il nome????volevo aiutarti ma non mi viene in mente niente!!!
    ciao ciao e buon weekend

  2. campanellino ha detto:

    se il cane della pubblicità con Abatantuono si chiama BAU, la tua chiamala MIAO!
    che va bene sia se è maschio sia se è femmina!
    ciauuuuu,
    CAmp*

    ps. in questo mometo ho il “torcicollo” e guardare da un’altra prospettiva mi è un po’ difficile ma forse necessario

  3. elm ha detto:

    la scelta dei nomi e sempre dura, io tutte le volte che devo farlo guardo fisso l’anonimo/a finchè non mi viene fuori il nome da sè…

    p.s. al moloko ci sarebbe una torta da mangiare

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...