Gente di Dublino.

But my body was like a harp and her words and gestures were like fingers running upon the wires.

[James Joice]

Mia madre, mi dice sempre che “tutto il mondo è paese” se non stai bene con te stesso. E forse è vero. Però io, a Dublino, ci andrei veramente a vivere.
Forse solo per un po’. Non per sempre.

Ma… lo sapete quante possibilità ci sono là fuori?
Quanti occhi. Quanti sorrisi. Quanti racconti. Quante risate. Quante birre. Quante lacrime. Quante bocche.
E quando mi affaccio sul mio mondo, mi rendo conto di quante possibilità ci sono là fuori.

Volendo, tutto. Tutto possiamo fare.
Basta decidere cosa.

E io intanto ci penso.
E studio l’inglese.

Annunci

8 pensieri su “Gente di Dublino.

  1. 0ut0f0rder ha detto:

    Nessuno mi ci ha mai voluta portare a Dublino, nemmeno a pregarli. Mi sa che ci finirò da sola, dovessi andarci col bastone.
    Dicendo cose piu’ serie, che sciarpina carinissima! Dove l’hai presa?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...