In my place.

In my place, in my place,
Were lines that I couldn’t change,
I was lost, oh yeah.
Oh yeah.

Ho fatto uno scatolone di vecchi sogni.
Passa a prenderlo quando vuoi.
Ci ho messo dentro tutto quello che non mi va più bene.
Cose strette. E cose larghe.

Annunci

3 pensieri su “In my place.

  1. J. ha detto:

    che belli questi post!!! belle anche le foto a lido! hai mai spianato i “bambini” metallici della rotonda? mi danno troppo da fare!!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...