Di spaiataggine varia. E cose del genere.

Ovvero:

Manuale di ordinaria sopravvivenza allo stato di single, o spaiata [adirsivoglia].

* manuale adatto a ragazze che hanno deciso di tornare single per svariati motivi dopo tanti anni di vita da coppia.

  1. appena tornata single, ti crederai di poter tenere in mano il mondo. Questa situazione è data dal fatto che appena inizierà a circolare la voce sul tuo nuovo status, fiumi di uomini fiuteranno il profumo di aria fresca e sembreranno tutti come delle api sull’ape regina sporca di miele. [ATTENZIONE: metterlo su Facebook è come dichiarare al mondo intero: uomini sono vostra]. Errore gravissimo. Queste api, o forse meglio dire, questi farfalloni [notturni] non saranno altro che piccoli insetti fastidiosi pronti ad incantarti con il loro ronzio e poi…tac. Pronti a pungerti. E scappare.
    Quindi, rassegnati: il mondo non lo tieni in mano. Anzi. Forse lo tieni sul groppone come tutti gli altri.
  2. l’uomo per cui hai lasciato il tuo ex fidanzato, diventerà sicuramente uno stronzo. Parliamoci chiaro: anche se lasciamo il nostro ragazzo per mille motivi –che in realtà è sempre solo una mancanza di innamoramento– c’è sempre un’altra persona. Ovviamente parlo di interesse per un’altra persona, in quanto sono seriamente contrariata a chi lascia una barca per buttarsi subito su un’altra [vedi punto 3]. Ma tornando a questo nuovo fiorellino che abbiamo colto e che vorremmo mettere nel nostro prato… lasciatemi dire: prendetelo, annusatelo, usatelo e poi mettetelo a testa in giù a seccare in un ambiente secco. Mi raccomando.
    Sicuramente non è il vostro fiore preferito, ma solo una misera margheritina di campo.
  3. mai, e poi mai, mollare il tuo ragazzo per un altro. E la motivazione è più che semplice: se non sei più innamorata del tuo ragazzo, probabilmente non stai bene. E la persona che incontrerai lungo l’affermazione di questa consapevolezza, sarà una persona che ti farà sentire soltanto meglio. E tutti ben sappiamo che meglio, non è mai la cosa giusta. Può essere meglio in quel momento, ma non possiamo sapere cosa è giusto per noi. Per questo -credo- che serva un bel periodo in cui nuotare nel mare pieno di pesci mentre si passa da una barca all’altra.
  4. tutto quello che farai -per i primi tempi- sarà per piacere agli altri. Dieta, sport, escursioni, interessi impossibili, vita mondana. E’ tutta una valvola di sfogo. C’è sempre un periodo definibile “a manetta“. Dove ti senti -oltre che tenerlo in mano il mondo- di poterlo anche spaccare. In due. In mille pezzi. Ecco. Se mai ti domanderai: ma io ero così e non me ne ero mai accorta? No. La risposta è no. La strada è ancora lunga e parecchio in salita. A volte è una ferrata, pure.
  5. non cedere alla tentazione di credere di essere innamorata del primo che ti da un po’ di attenzioni. Solitamente questa persona è già una persona che conosci, magari un amico e con il quale hai sempre avuto parecchio feeling. E si sa, dal feeling vocale a quello fisico, passa poco. Ma nella maggior parte dei casi, questa persona è solo “un film già visto”. Una coccola che manca. Una persona che non c’è più. Un messaggino da poter mandare. Una telefonatina.
  6. improvvisamente ti accorgi di essere sola e di non aver mezzo uomo con cui flirtare. Ecco. Non farti impressionare. Non sei diventata terribilmente brutta [a meno che non hai deciso di cotonarti i capelli e di tenerti le sopracciglia alla Peo Pericoli]. Semplicemente, se non sei il tipo da civettare e raccattare quello che passa per la notte… beh, la vita è più dura. E’ dura entrare nel cuore di qualcuno, soprattutto perchè tutti hanno paura e lo tengono chiuso in una cassetta di sicurezza con un lucchetto grande come il Duomo di Milano. Come dice la mia amica Lelli: bisogna mangiare parecchie mele con il bego prima di trovarne una sana.
  7. ricomincia dalle tue paure. Affrontale. Sposta i tuoi orizzonti. E anche i confini. E mettiti alla prova. Continuamente. Qualsiasi cosa che non hai fatto per paura, ora falla. E’ il momento. Lanciarsi a caso, cadere e rialzarsi, fa un po’ male… ma nonostante io sia sempre dietro lamentarmi dei miei lividi, non c’è sensazione pari a quella che si prova mentre si è in volo. E prima o poi cadrò anche io in piedi.
  8. impara a stare bene da sola e a non dover contare sugli altri. Così potrai essere veramente libera di non vedere gli altri in base alle tue esigenze. Ma per quello che sono.

Dopo aver passato tutte le prime 8 fasi, non so bene in che fase sono.

P.S.
Ho iniziato a giocare a Calcio Femminile e mi sento terribilmente sfigata perchè non conosco nessuna [se non qualche conoscenza], ma soprattutto non so fare nulla. E ho una paura fottuta perchè sono tutte più piccole di me e io mi sento la tardona sfigata che si vuole aggregare. Ma… è troppo bello crederci.

Annunci

9 pensieri su “Di spaiataggine varia. E cose del genere.

  1. micchan ha detto:

    che bello questo post! brava, scrivi sempre meglio, che è proprio un piacere 🙂 non demordere mai, maiii!!!! calcio femminile?! anche una mia amica ci giocava (poi si è rotta legamenti vari…) e le piaceva tantissimo, eprò lei faceva il calcetto a 5 (penso sia quello) sempre a novellara, e la squadra era formata da ragazze sulla trentina, lei era la più giovane! però vacci, credo che possa farti solo bene allo spirito, e poi vedrai che diventerai la loro mascotte, non credo proprio tu abbia problemi!

  2. campanellino ha detto:

    Oh bella!
    io so che quasi tutte le calciatrici amano le donne… starai mica scoprendo un lato di te nascosto?!?
    Scherzi a parte, la tua analisi situazionale è perfetta.
    L’ho sfiorata anch’io. Poi ho fatto la retro. L’unica scelta possibile, per me =)

  3. @lbe ha detto:

    se vuoi mi iscrivo pure io nella squadra,
    così la tardona sono io! 🙂

    mi rimetto a cercare una casetta romana e prendo appunti sul n°7. Buon week-end tesssssssssora!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...