Baciami ancora.

Derek: Non sapevo che uscissi con qualcuno.
Meredith: Lo sapevi che sarebbe successo prima o poi.
Derek: Prima o poi è un po’ diverso da adesso.
Meredith: Sì credo di sì.
Derek: E’ sorprendentemente doloroso.
Meredith: Passerà.
Derek: Davvero?
Meredith: Beh non lo so ma ho deciso di essere ottimista.

– Grey’s anatomy

One, due, tre, four.

Ecco cosa non mi piace dei piccoli paesi di provincia:
…che se ti viene una malsana voglia di cenare con thé caldo e biscotti alle ore 21.00, dopo allenamento, o ti sei già fermata al supermercato alle 19.00, oppure ti arrangi.

E arrangiarsi, credetemi, è un arte.
E l’arte va messa da parte.

Ma in una grande città-non-italiana, sarei potuta entrare in uno dei tanti Spar aperti fino a tardi e comprare biscotti. Tanti biscotti.
Al burro. Oppure gli ovis mollis. O magari le gocciole.
E avrei potuto anche pensare “perchè farmi un thé caldo quando posso passare da uno dei tanti caffé in stile Starbucks e prendermelo già fatto to go”? E uscendo con il thé ustionante in mano e i biscotti sotto al braccio, avrei potuto scontrarmi con due occhi. Due occhi da cui avrei potuto anche vedere il mare.

Invece bisogno arrangiarsi.
E accontentarsi.

Accontentarsi di una pastarella alla frutta in uno spogliatoio con una ventina di 17enni trasudanti ormoni impazziti che, mentre aspetti che si vestano per entrare nello spogliatoio e partecipare al party, cominciano ad urlare: “siiiii, falla entrare che comincio a spogliarmi”.

E’ la vita.
Ognuno ha ciò che si merita.

L’importante è divertirsi.

Tutto il resto è un rumore lontano
una stella che esplode ai confini del cielo.
Baciami ancora…
Baciami ancora…
Voglio stare con te
inseguire con te
tutte le onde del nostro destino.

Annunci

3 pensieri su “Baciami ancora.

  1. campanellino ha detto:

    Ciao Uaz!
    ci sono ancora, ammalata ma ci sono ancora;
    in cerca di un nuovo lavoro (di nuovo!), ma ci sono ancora;
    con un misto di rabbia, delusione, nuova grinta.
    ho bisogno di sfogarmi: posso prendere il thè con te?
    i biscotti li porto io 😉

  2. ilbambi ha detto:

    quanta nostalgia m’hai fatto venire in mente con questo post..i bei tempi di quando st’estate scorrazzavo tra le varie steets ed avenues in pieno centro a New York..
    ..mi sono girato tutti gli Starbucks della zona,e mi sono totalmente innamorato del Moka White Chocolate!!!

  3. @lbe ha detto:

    La riflessione sulla mancanza di store aperti la notte in Italia non fa una piega. Si dovrebbe seriamente riflettere sul perchè di questa mancanza in chiave economico-politico-sociale.

    Il film, a proposito di “Baciami ancora”, visto ieri in “compagnia obbligata” della Lori non è nemmeno un granchè…

    ma tu come stai? Ti abbraccio.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...