Be my valentine.

“Le cose più importanti sono le più difficili da dire. Sono quelle di cui ci si vergogna, perché le parole le immiseriscono. Le parole rimpiccioliscono cose che finché erano nella vostra testa sembravano sconfinate, e le riducono a non più che a grandezza naturale quando vengono portate fuori. Ma è più che questo, vero? Le cose più importanti giacciono troppo vicine al punto dov’è sepolto il vostro cuore segreto, come segnali lasciati per ritrovare un tesoro che i vostri nemici sarebbero felicissimi di portar via e potreste fare rivelazioni che vi costano per poi scoprire che la gente vi guarda strano, senza capire affatto quello che avete detto, senza capire perché vi sembrava tanto importante da piangere quasi quando lo dicevate.”

Stephen King

Ho messo in rotazione in Coldplay.
E non l’ho fatto perchè oggi è San Valentino e-sono-triste-perchè-sono-così-tanto-single.
Parliamoci chiaro: sarà anche una festa commerciale, ma se il mio cuore uscisse fuori dal letargo per qualcuno, sicuramente oggi mi sarei dedicata alla cucina di qualche ‘manicaretto’ speciale. Quei piattini che sembrano dire ‘tesoruccio mio, poi se finalmente ti decidi a sposarmi, vedrai che ti preparo…’, quando in realtà lo sappiamo tutti che la piadina romagnola regna sovrana nei frigoriferi delle giovani coppie.
Ma è anche vero che se dovessi prima o poi tornare a far parte di quelli accoppiati, non potrei nemmeno più essere nominata giovane coppia.
Ad ogni modo, oggi, avrei spruzzato un po’ del mio profumo preferito sopra ad un foglio ed avrei scritto giusto qualche parola, un pensiero. Poi avrei preparato un dolcetto, messo in frigo una bottiglia di vino. Di quello buono. Quello che i più conservano per le occasioni speciali. E che io userei anche solo per una chiaccherata con un’amica. Avrei addirittura pulito casa. E avrei nascosto un po’ di disordine dentro all’armadio. Mi sarei restaurata per bene: peli vari, capelli, pelle morbida, profumo, trucco… E avrei atteso impaziente sulla sedia facendo poi finta di essere in ritardo.
Perchè sarà anche una festa commerciale, ma non lo sarà tanto di più di Natale, Festa della donna, ecc…
Ed è vero che un uomo deve amarmi tutti i giorni, certe, ma se mi amasse anche a San Valentino non sarebbe un problema.
Trovo ridicolo chi crede nel San Valentino come un evento imperdibile, ma trovo ancora più ridicolo chi lo snobba. E si sente superiore.

E siccome sono così single, e non devo cucinare manicaretti, ora vado a comprarmi una cassettiera da 50 kg e me la trasporto su in casa da sola. Come è giusto che sia. Tiè.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...