Il giorno nuovo

Fu una bastonata dura per me. Ma poi, che farci? Continuai la mia strada, in mezzo alle trasformazioni del mondo, anch’io trasformandomi.” — Italo Calvino

C’è il sole oggi.
Mi sono svegliata con una gran voglia di primavera.
Si, primavera. Voglio abiti colorati. Voglio farmi i capelli. Curarmi le unghie. Rifare il letto. Uscire e ingoiare avidamente questo profumo di primavera. Di cambiamento. Si. Oggi è il giorno del cambiamento. Quei giorni che ti alzi e pensi “oggi sarà un giorno nuovo“.
Ho messo i Coldplay. Tutta la discografia. E sono entrata piano nel mio blog. Ho toccato un po’ con mano le cose che avevo lasciato qui. I pensieri. Cose che mi hanno fatto piangere. Cose che mi hanno fatto bene. Cose che mi hanno cambiata. E poi ho aperto la finestra e ho fatto entrare questo profumo di primavera. Anche qui.
Erano mesi che non ci mettevo piede.
In questi mesi ho viaggiato. Ho vissuto. Ho vissuto accanto ad un uomo. Ho cucinato. Lavato. Conosciuto persone nuove. Ho riscoperto vecchie buone abitudini. La famiglia. Ho lavorato. Ho preso porte in faccia. Mi sono rialzata. E sono qui.
Ho preso residenza a Parma.
Vivo, anzi viviamo in un bellissimo bilocale. Con travi in legno. Ma senza balcone.
Però ho le padelle in ceramica. Se questo può contare.
Abbiamo dei progetti che vanno oltre alla cena del sabato sera in pizzeria.
E, se devo essere sincera, mi sento piena. Completa. Non so come spiegarlo.

Le mie amiche sono lontane, ma più vicine di prima.
C’è chi si è sposata e ora ha una bellissima casa. E un bellissimo matrimonio. C’è chi -invece- viaggia. Si viaggia. Perchè la vita non si vive per forza in due. La vita c’è soprattutto per te. E allora si viaggia. Si vive. C’è anche chi ha deciso di fare una cosa meravigliosa. Una gioia. Di nome e di fatto. Una bellissima bambina di nemmeno un mese e che ti guarda con degli occhioni vispissimi. E per lei c’è ancora tutto da fare.
Si tutto da fare.
Come un bellissimo foglio bianco.
Come eravamo noi.
Come eravamo noi, prima di incontrarci, crescere, cadere, rialzarci, viaggiare, innamorarci, piangere, ridere. Insomma prima di tutto quello che ci ha fatte diventare quelle che oggi siamo. E anche se siamo passate dalla frangia alle frisee, dalle zeppe agli anfibi, dalle maglie di ciniglia ai pantaloni a zampa, dai Take That alla house music, dal primo bacio al primo stronzo, dal parchetto sotto casa al bar di paese, dal Black Russian alla Vodka alla Mela Verde, anche se siamo passate dalle cose peggiori dei nostri anni, oggi siamo così.
Testa alta, sorriso sulle labbra e sempre quella gran voglia di respirare aria di primavera.

Sempre una gran voglia di un giorno nuovo.

Annunci

5 pensieri su “Il giorno nuovo

  1. papuzza ha detto:

    Valeria cara,
    (perchè adesso ti chiamo così? 🙂 )
    E’ sempre tanto bello leggerti, scoprire dalle tue parole quanto sei/siamo cresciute e ritrovare in te, ancora una volta, l’entusiasmo e la forza di sempre.
    Sei per me un esempio da ammirare, questo ti volevo dire.
    E volevo anche dire che per me sei sempre stata una grande fantastica donna.
    Ti abbraccio con l’affetto più sincero raccolto nel corso di questi lunghi anni. ❤

  2. mila ha detto:

    leggerti fa sempre bene…mi mancavi un po’! ma immaginavo perchè non fossi più così tanto presente qui sopra 😉 buona giornata e buono tutto!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...